×

CATEGORIE

Italia Travel Awards

Destinazioni
Estero Italia
Partire
App & Hi-Tech Arte e Cultura Benessere Esperienze di Viaggio Eventi Mangiare in Viaggio Novità Promozioni e Concorsi Shopping Turismo sostenibile Vacanze per Famiglie Viaggi accessibili Viaggi al femminile Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Viaggi Curiosi
Buona fortuna Miti e leggende Sai perché Stranezze dal mondo
Partire | Mangiare in Viaggio

ENOGASTRONOMIA, La vera anima della Serbia!

di Redazione | May 04, 2020

LA GASTRONOMIA SERBA

Il cibo in Serbia è l’anima del Paese e della gente. Vi sono molti prodotti freschi, principalmente biologici che soddisfano qualsiasi palato, anche quello dei vegetariani. Ogni regione e quasi ogni ristorante ha le proprie specialità.

Prima di iniziare un pasto tipico serbo, viene spesso proposto come aperitivo la rakjia, un famoso distillato ottenuto da diversi frutti come le prugne, le pere, l’uva, le albicocche e le mele cotogne. La rakjia è solitamente servita insieme ad antipasti, a base di “kajmak” (un formaggio cremoso), formaggi, carni essiccate e affumicate, e “prebranac”, ovvero fagioli cucinati in modo particolare.

Quando si visitano località lungo i fiumi o i laghi non si deve perdere l’opportunità di assaggiare la zuppa e, in generale, i piatti a base di pesce fresco. In montagna, invece, si possono degustare molti piatti alla brace come l’agnello, il vitello, il maiale e le patate; mentre in campagna bisogna assolutamente provare il cavolo, le zuppe e il pollame. L’insalata si trova ovunque e non c’è niente di meglio del sapore di pomodori, cetrioli e peperoni freschi e biologici, così come del profumo di un buon barbecue di carne con kebab, hamburger e salsicce.

Ogni regione ha il proprio assortimento di dolci, spesso elaborati dall’incontro con culture straniere come per esempio nel Sud il pane alle noci e i baklava tipici greco-turco-bizantini e nel nord gli strudel tipicamente austro-ungarici.

Il luogo migliore dove assaggiare le prelibatezze serbe? A Vrelo, dove vi consigliamo di provare il Vrelo RESTORAN, in un ambiente unico sulle cascate del fiume Vrelo con vista sul fiume Drina, per gustare specialità locali, come le trote appena pescate, nella terrazza da 250 coperti o all’interno, con 100 coperti.

Il ristorante Vrelo si trova sulla cascata dell’omonimo fiume (famoso per essere il più corto d’Europa – 365 metri!), che proprio in quel punto si riversa nel fiume Drina. Qui potrete gustare una varietà di specialità locali, in un ambiente unico, all’ombra delle fitte chiome degli alberi, comodamente seduti a ridosso della cascata. Il pranzo, servito nel giardino del ristorante, è un’esperienza indimenticabile e un’opportunità unica per scattare una foto ricordo in un ambiente da fiaba. Un consiglio: non perdete l’occasione di assaggiare le trote fresce o affumicate!

Scopri la nostra rubrica Mangiare in Viaggio