×

CATEGORIE

Italia Travel Awards

Destinazioni
Estero Italia
Partire
App & Hi-Tech Arte e Cultura Benessere Esperienze di Viaggio Eventi Mangiare in Viaggio Novità Promozioni e Concorsi Shopping Turismo sostenibile Vacanze per Famiglie Viaggi accessibili Viaggi al femminile Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Viaggi Curiosi
Buona fortuna Miti e leggende Sai perché Stranezze dal mondo
Destinazioni

Tutta la sorpresa del North Dakota, l'America più selvaggia che c'è

di Redazione | Jun 22, 2020

Avventura nel Theodore Roosevelt National Park, tra paesaggi aspri, moderne installazioni e memoria storica

“Qui ha avuto inizio il romanzo della mia vita”: con queste parole il Presidente Theodore Roosevelt descrisse il periodo trascorso in quello che è oggi lo stato del North Dakota. E’ proprio in North Dakota – l’allora Dakota Territory – che Theodore Roosevelt giunse nel 1883 per cacciare il bisonte. Era un giovane newyorchese, ansioso di provare l’esperienza “dude” nel West e fuggire da tristi fatalità famigliari. Le sue esperienze qui cambiarono per sempre il futuro Presidente.

Il paesaggio aspro e la vita strenua del North Dakota che Theodore Roosevelt ha vissuto hannofavorito una politica di tutela del territorio, della quale ancora oggi se ne godono ampiamente i benefici. Ecco quindi che già solo il Theodore Roosevelt National Park del North Dakota (1947) può essere l’incipit alla scoperta di questo stato: un parco nazionale che onora il 26° Presidente Americano la cui attrazione principale sono le cosiddette Badlands, ossia profondi solchi causati dall’erosione per mezzo del vento o dell’acqua sul dorso delle catene montuose prevalentemente argillose. Ma c’è molto altro da vedere in North Dakota, suggestivi tramonti, colorati raccolti, fauna locale e perfino mucche alte più di 10 m. Davvero! Salem Sue infatti troneggia sulle auto che percorrono la Interstate a New Salem.
 

Un consistente numero di sculture si trova lungo la Enchanted Highway tra Gladstone e Regent nel North Dakota occidentale. Sono le installazioni artistiche a bordo strada sparse per tutto il North Dakota.  A partire dal più Grande Bisonte del Mondo: Il bisonte alto 8 metri sorveglia la mandria di bisonti veri al National Buffalo Museum lungo la Interstate 94 a Jamestown. E ancora, Wahpper Il Pescegatto: Il pesce gatto lungo oltre 12 metri a Wahpeton è un tributo alla grandiosa pesca al pescegatto nel Red River; il Wally l’Occhiogrigio, l’ottima pesca dell’occhiogrigio nel Lake Sakakawea si riconosce a Garrison dalla scultura a forma di occhiogrigio lungo quasi 8 metri sulla Main Street e Lewis, Clark ed il capo Manda Sheheke, le sculture dei due esploratori e del capo indiano accolgono i visitatori all’ingresso del Lewis and Clark Interpretive Center di Washburn. Una grande riproduzione del cane dei due esploratori, Seaman, si trova invece lungo il Fiume Missouri nel vicino Fort Mandan.

Scopri qui tutte le Destinazioni