×

CATEGORIE

Italia Travel Awards

Destinazioni
Estero Italia
Partire
App & Hi-Tech Arte e Cultura Benessere Esperienze di Viaggio Eventi Mangiare in Viaggio Novità Promozioni e Concorsi Shopping Turismo sostenibile Vacanze per Famiglie Viaggi accessibili Viaggi al femminile Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Viaggi Curiosi
Buona fortuna Miti e leggende Sai perché Stranezze dal mondo
Partire | Viaggi di stagione

Dai boschi alle città, la Lituania è bike-friendly

di Elisabetta Canoro | Aug 09, 2020

Laghi, foreste, dune di sabbia e paesaggi urbani sono gli scenari degli amanti della bici

Percorsi ciclabili unici nella natura incontaminata, tra laghi, foreste e dune di sabbia scolpite dal vento, Senza dimenticare le esperienze per ciclisti urbani, con interessanti itinerari attraverso città d’arte come Vilnius e Kaunas.

Da Klaipeda a Nida, il fascino selvaggio della Pensiola Curlandese
La Penisola Curlandese è un sottile lembo di terra diviso tra Russia e Lituania che per ben 98 km separa il mar Baltico e la Laguna dei Curi. Qui, tra pinete e dune di sabbia, è presente uno dei percorsi ciclabili più belli di tutto il Paese, un cordone di ben 52km che unisce le città di Klapieda e di Nida. Qui, oltre al fascino del mar Baltico e delle sue rive sabbiose, i ciclisti incontreranno autentici villaggi di pescatori, colonie di cormorani e alcuni splendidi fari. La penisola è anche Patrimonio dell'Umanità UNESCO dal 2000, un tributo che le è stato riconosciuto per celebrarne l'indiscutibile bellezza paesaggistica. Il percorso fa anche parte dell'itinerario 13 di EuroVelo, il progetto che riunisce le ciclabili europee in un'unica grande rete a portata di bicicletta.

L'anello del lago Plateliai nel verde del Žemaitija National Park
Tra i percorsi ciclabili più noti della Lituania spicca quello che attraversa il Žemaitija National Park, attraverso 24km attorno alle calme acque del lago Plateliai, il più grande della regione. Il Žemaitija National Park, in Samogizia (nel Nord Est del Paese), è una riserva naturale istituita nel 1991 per preservare la ricca flora e la fauna che proliferano al suo interno ed è il luogo ideale per un'escursione in bicicletta completamente immersa nella natura. Il percorso inizia dal Centro Visitatori del parco, dove è anche possibile noleggiare una bicicletta e avere una mappa del percorso. Tra le tappe obbligate non manca la cittadina di Plateliai, che dà il nome al lago e che su questo è affacciata, nota soprattutto per la sua caratteristica chiesa in legno intitolata ai Santi Pietro e Paolo.

Itinerari urbani, alla scoperta di Vilnius e Kaunas
Anche nelle città di Vilnius e Kaunas c'è spazio per i ciclisti. La capitale, che unisce la piazza della Cattedrale e l'Europos Parkas con una lunga ciclabile nel verde (23km), è la città ideale da scoprire in bicicletta, data la distribuzione variegata di monumenti e attrazioni all'interno del suo vasto centro storico. Offre anche un pratico servizio di bikesharing, Cyclocity, con ben 20 punti sparsi per la città e una proposta di itinerario tra le sue bellezze. Anche Kaunas, famosa per la sua architettura modernista e la sua imperante street-art, gode di una rete ciclabile in continua espansione, che alterna i palazzi con spettacolari vedute del Nemunas e del Neris. Non manca una fuga dalla città, con ben 35 km di percorso ciclabile lungo il Nemunas tra Kaunas e la cittadina di Kačerginė.

Scopri qui tutti i Viaggi di stagione