×

CATEGORIE

Italia Travel Awards

Destinazioni
Estero Italia
Partire
App & Hi-Tech Arte e Cultura Benessere Esperienze di Viaggio Eventi Mangiare in Viaggio Novità Promozioni e Concorsi Shopping Turismo sostenibile Vacanze per Famiglie Viaggi accessibili Viaggi al femminile Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Viaggi Curiosi
Buona fortuna Miti e leggende Sai perché Stranezze dal mondo
Partire | Mangiare in Viaggio

Un nuovo capitolo per l'Hotel Bauer Palazzo di Venezia

di Redazione | Nov 14, 2020

Storico cinque stelle sul Canal Grande, propone oggi la cucina di Cristiano Tomei

L’Hotel Bauer Palazzo di Venezia torna ad essere emblema dell’ospitalità di lusso presentando la nuova proposta gastronomica dello chef stellato Cristiano Tomei e l’apertura del ristorante gourmet ‘Settimo Cielo’. Acquisito di recente dal gruppo immobiliare austriaco SIGNA Holding, aperto nel lontano 1880, da quasi 150 anni è sinonimo di autentica ospitalità ed eleganza nella Serenissima, con la sua atmosfera senza tempo e la sua posizione privilegiata, a pochi minuti a piedi da Piazza San Marco e dal Teatro la Fenice.

Oggi vive un nuovo capitolo della sua storia, con una doppia anima, quella urbana e contemporanea, racchiusa nell’ala dell’albergo che guarda la chiesa di San Moisè, e l’altra neogotica veneziana affacciata sul Canal Grande. Arredi d’epoca, pregiati tessuti, preziosi lampadari in vetro di Murano, impreziosiscono gli ambienti interni, esercizio di stile art-déco ben conservato, con tanto di immacolati pavimenti in marmo e tipici soffitti in stucco intagliato. Sono esempio di lusso tipicamente veneziano anche le 137 le camere e le 54 le suite, tutte arredate con mobili antichi e curate nei minimi dettagli per garantire il massimo comfort e privacy. È una novità la proposta gastronomica, orchestrata dallo chef stellato Cristiano Tomei, che ha ridisegnato il format culinario con piglio avanguardista, capace di sorprendere i palati più esigenti, nel nuovo Settimo Cielo Rooftop Restaurant, al settimo piano dell’hotel.

È qui infatti che lo chef toscano realizza la sua idea di cucina, concreta e di condivisione di sapori e gusti, in cui l’ospite viene accompagnato in un percorso dove ogni piatto è una sorpresa. Nessun menu, ma solo la scelta delle portate, 7 o 9, create su misura per l’ospite. Un’emozione ‘tailor made’ da vivere nell’eleganza della nuova sala ristorante dal design raffinato con avvolgenti sedute in velluto color rosa-cipria, arredi in ottone e maestosi lampadari di vetro di Murano. E nella bella stagione, ci si sposta sulla grande terrazza panoramica, la più alta di Venezia, e sulla caratteristica ‘altana’ dalla quale godere di una vista impareggiabile sul Canal Grande e sulla Basilica di Santa Maria Della Salute.

Scopri qui tutte le notizie su Mangiare in Viaggio