×

CATEGORIE

Italia Travel Awards

Destinazioni
Estero Italia
Partire
App & Hi-Tech Arte e Cultura Benessere Esperienze di Viaggio Eventi Mangiare in Viaggio Novità Promozioni e Concorsi Shopping Turismo sostenibile Vacanze per Famiglie Viaggi accessibili Viaggi al femminile Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Viaggi Curiosi
Buona fortuna Miti e leggende Sai perché Stranezze dal mondo
Partire | App & Hi-Tech

Barcellona Workation, l'ultima frontiera dello smartworking

di Redazione | Apr 29, 2021

Il capoluogo della Catalunya è la città ideale in cui lavorare, attirando una nuova tipologia di turista: il lavoratore

Secondo una recente ricerca ISTAT il 90% delle grandi imprese italiane ha introdotto o esteso lo smartworking a causa della pandemia e, dopo averlo fatto e aver notato produttività e soddisfazione dei lavoratori, l’88% dei manager conta di mantenere quantomeno un sistema ibrido anche alla fine dell’emergenza. Lavorare da remoto cambiando Paese, questo è il desiderio di 8 lavoratori su 10 con l’84% già pronto a partire.

Le conclusioni sono che il Workation (dall’unione di Work e Vacation) oggi è un desiderio sempre più reale: chi lavora da remoto fa parte di un gruppo sociale che combina tempo libero/lavoro e "viaggiare" è diventato l'obiettivo principale. Ne fanno parte “nomadi digitali”, imprenditori, dirigenti, freelance, professionisti. Si può scegliere un’Esperienza rurale o vicino al mare oppure un’Esperienza urbana proprio in città.

Per rispondere a queste esigenze il progetto Barcellona Workation promuoverà Barcellona e dintorni come destinazione ideale per diventare temporaneamente luogo in cui lavorare da remoto e si baserà su quattro colonne portanti:
1) Alloggio. Con un’agile piattaforma di prenotazione alberghiera per rendere facile e veloce la scelta della casa;
2) Assicurazione medica. Un'assicurazione medica temporanea con assistenza gratuita negli hotel e assistenza sanitaria di base al Quirón Hospitality.
3) Barcellona Workation Card. Una carta speciale per accedere a 25 musei a Barcellona durante 6 mesi.
4) Accordi speciali con Club e Enti sportivi, co-working, trasporti e mobilità.

Per informazioni: Catalunya Experience

Scopri qui tutte le notizie su App & Hi-Tech