×

CATEGORIE

Italia Travel Awards

Destinazioni
Estero Italia
Partire
App & Hi-Tech Arte e Cultura Benessere Esperienze di Viaggio Eventi Mangiare in Viaggio Novità Promozioni e Concorsi Shopping Turismo sostenibile Vacanze per Famiglie Viaggi accessibili Viaggi al femminile Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Viaggi Curiosi
Buona fortuna Miti e leggende Sai perché Stranezze dal mondo
Partire | Viaggi di lusso

La nuova vita dell’Hotel Bauer Palazzo

di Redazione | May 17, 2021

Sul Canal Grande torna a splendere l’iconico cinque stelle che ha fatto la storia dell’accoglienza veneziana.

Sono infatti più di 150 anni - venne inaugurato nel lontano 1880 a pochi minuti a piedi dal Teatro la Fenice, nel Sestiere San Marco - che l’affascinante albergo affiliato ai The Leading Hotels of the World e di recente anche SIGNA Luxury Hotels, è simbolo di eleganza e di ospitalità d’altri tempi. Nuovo general manager e nuova la proprietà: dalla primavera 2020 l’hotel è infatti stato acquisito dal gruppo immobiliare austriaco SIGNA Holding, che ha voluto valorizzare comfort e servizi moderni, senza dimenticare la storia, l’esclusività e la tradizione locale, che rendono unica Venezia.

È una novità anche il ristorante gourmet, il Settimo Cielo Rooftop Restaurant, magnificamente situato sulla terrazza panoramica dell’albergo, la più alta di Venezia. È orchestrato dal toscano Cristiano Tomei, coadiuvato dal resident chef Dario Parascandolo, Tomei porta la sua cucina, concreta e sorprendente, l’idea è che non ci sia un menu, ma la possibilità di scegliere tra 7 o 9 portate, per un’esperienza di gusto cucita sartoriale. Recentemente rinnovata, la sala interna, con 20 posti a sedere, spicca per il rosa cipria delle avvolgenti sedute in velluto, che avvolge armoniosamente l’ottone lucido degli arredi e delle rifiniture, mentre i grandi lampadari in vetro di Murano si riflettono sulle pregiate superfici dei tavoli che lasciano spazio a una raffinata mise en place con piatti e bicchieri dall’inconfondibile design veneziano. 

l piano terra, il De Pisis Restaurant, accoglie gli ospiti in tre luminose sale interne in cui le tonalità del verde salvia delle pareti damascate rievocano il barocco veneziano e si fondono con quelle degli arredi dallo stile classico e lineare. Ambitissimi sono i posti sull’ampia terrazza a livello dell’acqua con affaccio sul Canal Grande e vista sulla Basilica di Santa Maria della Salute.

Completano il quadro il Bar Canale e dal BBar, dall’allure tipica dei club degli anni ’20. Per i banchetti di nozze con un maggior numero di ospiti, sono a disposizione sale in stile veneziano autentico e servizi di alto livello. Sono ‘una finestra su Venezia’ le 54 suite e 137 camere, tutte diverse e curate nei minimi dettagli, espressione di un lusso tipicamente veneziano, con i loro mobili antichi, gli intarsi, i marmi, i pavimenti alla veneziana, gli stucchi e le carte da parati damascate, i raffinati tessuti Rubelli, gli specchi e i lampadari in vetro di Murano.

Non lontano dall’hotel, nel vicolo ‘Calle 13 Martiri’, fa parte della stessa proprietà la Residenza Grunwald, un’elegante dimora del XVI Secolo, rinnovata di recente e riportata al suo antico splendore, che regala un soggiorno in stile veneziano nel comfort di una casa privata. In totale, 10 ampie camere e alle 9 suite, con ambienti raffinati, arredi d’epoca, pregiate tappezzerie dall’atmosfera intima e accogliente. La lussuosa Penthouse Suite vanta una magnifica "altana" dalla quale ammirare i vicoli e i tetti del centro.

Scopri qui tutti i Viaggi di Lusso