×

CATEGORIE

Italia Travel Awards

Destinazioni
Estero Italia
Partire
App & Hi-Tech Arte e Cultura Benessere Esperienze di Viaggio Eventi Mangiare in Viaggio Novità Promozioni e Concorsi Shopping Turismo sostenibile Vacanze per Famiglie Viaggi accessibili Viaggi al femminile Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Viaggi Curiosi
Buona fortuna Miti e leggende Sai perché Stranezze dal mondo
Partire | Arte e Cultura

Abba Voyage, l’ultimo album dell’iconica band

di Redazione | Sep 13, 2021

In Svezia, sulle tracce di una delle pop band più celebrate e iconiche degli anni ’70 e ’80

Agnetha, Björn, Benny, Anni-Frid sono tornati. E naturalmente scoppia l’Abbamania. La band svedese tra le più celebri e iconiche negli anni ’70 e ’80 sta infatti tornando con un nuovo album di inediti, Abba Voyage, di cui sono stati appena rilasciati i primi due singoli (“I Still Have Faith in You” and “Don’t Shut Me Down”, ma soprattutto hanno annunciato un concerto che certamente farà discutere e dividere i fan.

Nell’attesa del concerto, si può ripercorrere la storia e la gloria degli Abba a Djurgårdsvägen, isola di Stoccolma è famosa per ospitare parchi divertimento come il Gröna Lund e musei, dallo Skansen Open-air Museum al Vasa Museum, e infatti proprio qui si trova anche Abba The Museum. Il museo degli Abba a Stoccolma è un “tempio” per i fan ma anche un luogo per immergersi nelle atmosfere pop di lustrini, tutine e zeppe scorrendo la vita della band. Nel museo si può cantare e ballare con gli ologrammi degli Abba, provare virtualmente un costume, sentirsi come un re del pop in uno studio di registrazione o rivivere le atmosfere del 1974 quando la band vinse l’Eurovision Song Contest a Brighton con Waterloo.

Grazie ad un tour in battello tra le isole dell’arcipelago di Stoccolma, perché anche qui si possono ritrovare tracce della band: Björn e Benny avevano il loro buen retiro, sull’isola di Viggsö, dove presero vita anche diverse hit come “Ring, Ring” e “Fernando”. Per una gita gourmet nel nome degli Abba, infine, si può prendere l’auto e guidare verso sud: a tre ore e mezza circa dalla Capitale c’è Västervik, la cittadina della Svezia meridionale in cui è cresciuto Björn Ulvaeus e dove l’artista ha aperto qualche anno fa un boutique hotel e ristorante, Slottsholmen. Il menù è ispirato ai piatti che serviva, alle pietanze tradizionali svedesi che preparava la madre quando era bambino ma anche ai suoi piatti preferiti scoperti nei viaggi intorno al mondo in tour con gli Abba.

Scopri qui tutte le notizie su Arte e Cultura