×

CATEGORIE

Arte, Cultura e Curiosità
Buona fortuna Dal film al viaggio Dal libro al viaggio Dal quadro al viaggio Miti e leggende New look Sai perché Stranezze dal mondo Street tour Viaggi da star
Destinazioni

Digital
App & Startup Nuove tecnologie
Italia Travel Awards

Mangiare nel mondo

Partire
Benessere Bimbi a Bordo Borghi d'Italia Esperienze Girl Power Viaggi accessibili Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Shopping
Idee regalo In valigia
Think natural
Ricette di bellezza dal mondo Turismo sostenibile
What's new
Concorsi Eventi Opening Promozioni
Partire | Borghi d'Italia

A Polcenigo c’è una scuola di intreccio

di Eleonora David | Feb 04, 2019

A Polcenigo un'arte che non potrà mai sparire

 A Polcenigo in Friuli Venezia Giulia c’è un’arte dalla tradizione millenaria che non è mai scomparsa e mai potrà sparire: la cesteria. L’intreccio ha una sua vera e propria scuola: durante l’anno infatti i mastri cestai tengono corsi in cui imparare ad intrecciare cesti di vimini, fiori in nastro di organza, sottopentola in midollino, tovagliette in cotone, perle in macramè e addobbi vari. Non solo cesteria dunque, ma intreccio in tutti i sensi (cesteria tradizionale e moderna, macramè, maglia, maglia con il telaio, tessitura….); durante ogni incontro i partecipanti realizzeranno qualcosa intrecciando tutti insieme. È possibile partecipare a tutti i corsi proposti oppure anche ad uno soltanto; vengono organizzati inoltre corsi ideati appositamente per i turisti in visita a Polcenigo, uno dei Borghi più belli d’Italia. A chi pernotterà a Polcenigo, borgo dei cesti e dell’intreccio, e frequenterà un corso della Scuola d'intreccio, verrà anche offerta una visita al borgo in qualità di “greeters”!

 Uno degli scopi è quello di “realizzare progetti per promuovere il miglioramento dell’attività culturale e turistica del territorio e per recuperare, preservare e valorizzare il grande patrimonio locale in materia di ambiente, arte, cultura e tradizioni, prodotti tipici, cucina locale; più in generale di tutto il patrimonio sia materiale che immateriale che costituisce peculiarità ed identità del territorio, ponendo particolare attenzione sia all’arte della cesteria e dell’intreccio che all’arte presepiale – come si legge nello statuto dell’associazione organizzatrice dei corsi Borgo Creativo.

Vuoi saperne di più? Leggi tutte le informazioni sui Borghi d'Italia