×

CATEGORIE

Italia Travel Awards

Destinazioni
Estero Italia
Partire
App & Hi-Tech Arte e Cultura Benessere Esperienze di Viaggio Eventi Mangiare in Viaggio Novità Promozioni e Concorsi Shopping Turismo sostenibile Vacanze per Famiglie Viaggi accessibili Viaggi al femminile Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Viaggi Curiosi
Buona fortuna Miti e leggende Sai perché Stranezze dal mondo
Partire | Arte e Cultura

Gauguin a Tahiti. Il paradiso perduto

di Elisabetta Canoro | Mar 09, 2019

Il fim evento dedicato al grande artista francese è nelle sale il 25-26 e 27 marzo

Io sono un selvaggio, un lupo nel bosco senza collare”. La vita di Paul Gauguin, considerato tra i maggiori interpreti del post-impressionismo, è la corsa di un uomo in fuga, dall’arte accademica, dal male di vivere della modernità, è l’anima di un ribelle che cerca pace in arcipelaghi ancora fuori dalle carte geografiche.

Lo racconta la voce di Adriano Giannini, che accompagna le immagini del trailer di Gauguin a Tahiti. Il paradiso perduto, il film-evento al cinema solo il 25-26 e 27 marzo, dedicato all’artista che lasciò tutto per seguire la sua ispirazione primitiva e reinventare completamente la pittura occidentale.

Il doc film nasce da un soggetto di Marco Goldin e Matteo Moneta, per la sceneggiatura di Matteo Moneta e la regia di Claudio Poli. Scorrono le immagini, con il sottofondo musicale della colonna sonora originale di Remo Anzovino e il pensiero va agli scenari paesaggistici che disegnano isola tra le più incantevoli e inviolate al mondo.

Gauguin lascia Marsiglia diretto a Tahiti, in Polinesia: è l’inizio di una nuova rivoluzione nella storia dell’arte. I suoi quadri non sono conservati ai Tropici, ma in grandi musei dove ogni anno miglioni di persone si fermano sognando il loro istante di paradiso.

Del resto a rendere grande Gauguin è stato riuscire a trasformare in immagini ciò che tutti sognamo: “Quando gli uomini riusciranno a acapire il senso della parola libertà? Che m’importa della gloria? Sono forte perché faccio ciò che sento dentro di me”. E non è forse questo il vero senso del viaggio? Buona visione.

Leggi tutti gli articoli Film di viaggio