×

CATEGORIE

Arte, Cultura e Curiosità
Buona fortuna Dal libro al viaggio Dal quadro al viaggio Film di viaggio Miti e leggende Riqualificazioni Sai perché Stranezze dal mondo Street tour Viaggi da star
Destinazioni

Digital
App & Startup Nuove tecnologie
Mangiare nel mondo

Partire
Benessere Bimbi a Bordo Borghi d'Italia Esperienze Girl Power Viaggi accessibili Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Shopping
Idee regalo In valigia
Think natural
Ricette di bellezza dal mondo Turismo sostenibile
What's new
Concorsi Eventi Opening Promozioni
Destinazioni

Mission District, can’t miss

di Elisabetta Canoro | Apr 11, 2019

A spasso per la più antica zona abitata di San Francisco, tra palazzi d’epoca, murales e cucina messicana

Soleggiata, artistica e vibrante, Mission District è tra i quartieri più in voga della città californiana, apprezzato sia dai locals sia dai turisti per i famosi murales che ne fanno un museo a cielo aperto. Qui l’arte è ovunque, i muri sono tela su cui dipingere sempre nuovi capolavori: più di 700 murales dal 1997, realizzati da artisti di ogni etnia, età ed esperienza, opere che richiamano ogni anno l’attenzione di 200.000 visitatori.

L’itinerario, che parte da Market St. a 14th St. e termina a Cesar Chavez St. in Mission St., dura 30 minuti, si snoda per tre chilometri 3 Km…per un totale di 3.800 gradini, perché a San Francisco si sa, si sale e si scende! Lungo il tragitto, si incontrano chiese antiche, edifici storici e case classiche vittoriane ed edoardiane; si fa tappa nei ristoranti intorno a Dolores Park, ci si ferma a respirare sulle colline e ci si lascia affascinare dalla bellezza del paesaggio.

Il tour ha inizio all’incrocio tra Market St, Church St e la 14th St, dal lato opposto della strada, ci si dirige verso est (in discesa) sulla 14th, per poi svoltare a destra su Dolores Street, viale che racchiude in sé l’essenza del quartiere, che conserva ai civici 214 e 220 i Tanforan Cottages (214 e 220 Dolores Street): le due villette in legno di sequoia del1850, che sono probabilmente le case più antiche della città.

Al 290, si incontra Sha’ar Zahav, sinagoga della Riforma progressista, fondata nel 1977, mentre la prima Chiesa mennonita di San Francisco è dedicata alla comunità anabattista. La Misión San Francisco de Asís, fondata nel 1776, è la chiesa più antica di San Francisco, ancora attiva e intatta, mentre molti edifici originali sono stati trasformati in ospedale, birreria tedesca, salotti, sale da gioco e altro ancora.

Proseguendo a sud su Dolores Street e poi svoltando a sinistra sulla 17th St. fino a Clarion Alley, si scoprono i murales. Si fa tappa a Clarion Alley, tra la 17th e la 18th, strada legata agli artisti del Clarion Alley Mural Project, il collettivo di artisti seguaci del Chicano Art Mural Movement, nato dopo guerre civili scoppiate nei Paesi del Centroamerica per tradurre l’indignazione degli artisti in efficace forma espressiva.

Al 3750 18th St., Mission High School è il più antico (risale al 1896) liceo di San Francisco, ancora nel suo luogo d’origine, mentre più a sud, Dolores Park ex cimitero ebraico, oggi è uno dei parchi più popolari della città, con tanto di campi da tennis, un nuovo parco giochi per bambini, spazi verdi che accolgono anche eventi e un cinema all’aperto durante l’estate.

Si fa una deviazione all’altezza della 19th Street, per entrare in Dolores Park e salire le scale oltre la campana della libertà messicana e la statua di Padre Hidalgo. Non lontano, in 20th Street si trova l’idrante antincendio dorato, il “piccolo gigante” che, durante il terremoto di San Francisco del 1906 e gli incendi successivi he divamparono in tutta la città, salvò il Mission District dalla completa distruzione.

Si svolta poi a sinistra sulla 20th St., poi a destra su Dolores Street per rientrare nel tracciato originario, per ammirare gli altri murales del quartiere, come il vicolo Balmey Alley, a sud di Folsom Street, tra la 24th e la 25th Street, ricoperto da opere di tematiche diverse, ora a carattere politico ora sociale.

Buon cibo e indirizzi giusti per fare shopping si trovano all’angolo tra Cesar Chavez e Mission Street, dove si gusta cucina di ogni dove: senegalese, italiana, mediterranea, giapponese. Ma anche specialità indiane, francesi, thai e messicane. Imperdibile infine Valencia Street, con la sua energia travolgente e il suo mix di ristoranti centro e sud americani, le gallerie d’arte e i locali notturni.  
Per informazioni: San Francisco Travel

Scopri qui tutte le Destinazioni