×

CATEGORIE

Italia Travel Awards

Destinazioni
Estero Italia
Partire
App & Hi-Tech Arte e Cultura Benessere Esperienze di Viaggio Eventi Mangiare in Viaggio Novità Promozioni e Concorsi Shopping Turismo sostenibile Vacanze per Famiglie Viaggi accessibili Viaggi al femminile Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Viaggi Curiosi
Buona fortuna Miti e leggende Sai perché Stranezze dal mondo
Destinazioni | Estero

Aruba, One Happy Island

di elisabetta canoro | May 14, 2019

L’isola dei Caraibi è un’Isola Felice, soprattutto per la cordialità dei suoi abitanti

Sarà per il clima mite tutto l’anno, con temperature che si aggirano intorno ai 28°C, sarà per la cordialità dei suoi abitanti, per la sicurezza o perché è fuori dalla rotta degli uragani. O ancora, perché è circondata da un mare turchese e per le sue inviolate meraviglie naturali. Sarà per questo o altro ancora, fatto sta che si è meritata il titolo di One Happy Island dei Caraibi, ossia Isola Felice.

Perla dei Caraibi del Sud, Aruba è un’isola paradisiaca costantemente baciata dal sole, incorniciata da ampie spiagge di sabbia bianca e bagnata da acque calde e sicure. Apprezzata dai turisti per le numerose attività che si possono praticare, per l’alta qualità dell’offerta turistica che la rendono un sogno anche per gli sposi in viaggio di nozze e non solo.

Sì perché sono i suoi abitanti il vero valore aggiunto. “Multiculturali, multietnici e multilingue”. Così si definiscono gli Arubani, orgogliosi di saper parlare diverse lingue (almeno 4 per l’esattezza: la lingua creola locale il papiamento, l’inglese, lo spagnolo e l’olandese), elemento che gli permette di comunicare facilmente con diverse culture. In altre parole, mentre altri paesi vedono la diversità come una sfida, gli arubani la vedono come un punto di forza.

Una qualità che ha destato l’attenzione anche degli studiosi, che hanno attribuito la gentilezza di questo popolo alla sua posizione geografica e al suo passato di colonia olandese, per la prossimità all’America latina e l’influenza culturale degli Stati Uniti, così come la storia delle sue migrazioni, tutti fattori che hanno contribuito a formare l’identità di Aruba oggi, determinandone una naturale attitudine all’ospitalità e all’accoglienza. E poi l’isola gode infatti di una temperatura mite tutto l’anno, mitigata solo da un po’ di vento anche d’estate quando nel resto dei Caraibi sono previste piogge. Un elemento in più per sorridere!

Per informazioni: www.aruba.com