×

CATEGORIE

Arte, Cultura e Curiosità
Buona fortuna Dal film al viaggio Dal libro al viaggio Dal quadro al viaggio Miti e leggende New look Sai perché Stranezze dal mondo Street tour Viaggi da star
Destinazioni

Digital
App & Startup Nuove tecnologie
Mangiare nel mondo

Partire
Benessere Bimbi a Bordo Borghi d'Italia Esperienze Girl Power Viaggi accessibili Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Shopping
Idee regalo In valigia
Think natural
Ricette di bellezza dal mondo Turismo sostenibile
What's new
Concorsi Eventi Opening Promozioni
Destinazioni

Viaggio in Centroamerica

di Elisabetta Canoro | Jun 25, 2019

Storia, aneddoti, cultura e natura dei suggestivi Paesi di una delle più intatte aree del pianeta

Dal Belize a Panama, dall’Honduras al Costa Rica, il Centroamerica raccoglie alcuni dei Paesi più suggestivi al mondo dal punto di vista naturalistico, capaci di stregare attori e registi di fama internazionale, che in questi scenari paesaggistici e intatti hanno ambientato i set di produzioni cinematografiche o addirittura costruito casa. Ma tanti sono gli aneddoti e la storia che arricchiscono questi luoghi ancora inviolati.

È bastato un breve soggiorno in Belize a far innamorare Leonardo Di Caprio del più piccolo Paese del Centroamerica, che ha descritto l'isola come il “paradiso in terra”. Oggi l’attore sta addirittura facendo costruire un resort ecologico su un’isola deserta. Il protagonista del Titanic non è l’unico ad essere rimasto stregato dalla bellezza di questi luoghi. Si dice infatti che la Isla Bonita, una delle canzoni più famose di Madonna, sia stata ispirata ad un’isola del Belize, Ambergris Cay. Il più piccolo Paese del Centroamerica nasconde molti luoghi segreti. L'ultimo in ordine di tempo è quello dell’Isola-che-non-cè, Neverland, dove si trova il covo di Peter Pan nel romanzo di fantasia di J.M. Barrie, che sarebbe stata identificata proprio al largo del paese centroamericano.


È invece sull’Isla Nublar, in Costa Rica, che è stato ambientato Jurassic Park, il celebre film firmato da Steven Spielberg, tratto dal romanzo di Michael Crichton. L’isola di fantasia dove uno scienziato visionario riuscì a clonare le enormi creature dell’era Mesozoica esiste davvero e si trova, dove sull’isola incontaminata di Cocos, quasi disabitata e con una natura così selvaggia. Laddove dinosauri di tutte le specie e dimensioni seminavano il panico, vive e prospera una ricca biodiversità, soprattutto nei fondali marini, habitat di diversi tipi di squali, tra i quali quello balena, il più grande ma anche il più innocuo.



Panama è invece il Paese dei volatili per eccellenza. Sede del Canale più famoso al mondo, straordinaria opera idraulica artificiale che attraversa l’istmo, collegando l’Oceano Atlantico con il Pacifico, è infatti al primo posto tra i paesi del Centroamerica per specie di volatili, supera anche Canada e Stati Uniti. Questo perché è un’importante rotta di transito per molte specie migratorie e più di un terzo del paese è protetto da parchi e riserve nazionali, offrendo un habitat esclusivo e unico per alcuni dei volatili più rari e più ricercati al mondo, come il quetzal, il coloratissimo volatile sacro per i Maya o il berbellato barbuto, per via dei barbigli neri sotto la gola. 


In lingua Nahuatl, la parola Guatemala significa “luogo di molti alberi”, dalla pronuncia in spagnolo di Quauhtlemallan. Niente di più azzeccato: la flora di questo Paese è infatti una delle più ricche e diversificate al mondo grazie alla sua privilegiata posizione geografica e alla temperatura calda. Per questo motivo il Guatemala è anche conosciuto come il paese dell’eterna primavera. 


Non solo natura inviolata e animali protetti. Il Centroamerica custodisce anche luoghi d’interesse storico e artistico. Succede a León, tra le principali città dal punto di vista culturale del Nicaragua, sede della più grande cattedrale del Centroamerica, La Asunción. Costruita nel XVIII secolo, dichiarata patrimonio dell'umanità UNESCO nel 2001, nel cui interno sono sepolti diversi personaggi importanti della storia del Paese, come il poeta Rubén Darío, creatore della lingua castigliana.

La storia dell’Honduras rivive attraverso la sua moneta. All’inizio del XX secolo, qui non esisteva un conio ufficiale ma si pagava con differenti monete che provenivano dalle Americhe o dall’Europa. Così nel 1931 fu coniato il Lempira, la moneta ufficiale dell’Honduras, il nome è quello di un re indigeno della tribù Lenca che guidò la resistenza contro i conquistatori spagnoli nel XVI secolo. Oggi la fattura della banconota da un Lempira è considerata una delle più belle del mondo. 

Arte, natura, cultura, ma anche gola. Tante le ricette da scoprire, patrimonio di una cucina spiccatamente tradizionale, come le pupusas, piatto tipico per eccellenza de El Salvador, una tortilla di grandi dimensioni, fatta con pasta di mais o riso e ripiena di formaggio. Nel tempo si è arricchito di un’infinita varietà di ripieni e dal 2005, nella seconda quindicina di novembre viene celebrato il Giorno Nazionale delle Pupusas.

Per informazioni: www.visitcentroamerica.com

Scopri qui tutte le Destinazioni