×

CATEGORIE

Arte, Cultura e Curiosità
Buona fortuna Dal libro al viaggio Dal quadro al viaggio Film di viaggio Miti e leggende New look Sai perché Stranezze dal mondo Street tour Viaggi da star
Destinazioni

Digital
App & Startup Nuove tecnologie
Mangiare nel mondo

Partire
Benessere Bimbi a Bordo Borghi d'Italia Esperienze Girl Power Viaggi accessibili Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Shopping
Idee regalo In valigia
Think natural
Ricette di bellezza dal mondo Turismo sostenibile
What's new
Concorsi Eventi Opening Promozioni
Destinazioni

A caccia di azulejos

di elisabetta canoro | Jul 17, 2019

Alla scoperta del nord del Portogallo, da Porto a Compostela, passando per Vila Real e la Valle del Douro 

Non solo Porto, città principale della regione. Inaspettatamente il Nord del Portogallo nasconde infatti mille aspetti e infiniti luoghi che meritano di essere esplorati, tra colline, valli incantate e paesini dove il tempo sembra essersi fermato. E se il viaggio comincia inevitabilmente da Porto, difficile non ammirare gli azulejos,l le tipiche decorazioni in ceramica dipinte a mano dal caratteristico colore blu, che impreziosiscono chiese e opere d’arte. Sono un segno distintivo del Portogallo e di Porto, in particolare, che conserva una delle opere più suggestive: l’Igreja do Carmo.

Nel cuore storico della città, è stato invece proclamato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, il quartiere della Ribeira: lungo la passeggiata che costeggia il fiume, si ammirano le tipiche casette colorate e le tradizionali barche lusitane che trasportano il vino Porto attraverso il Douro. Da cui si può anche ammirare anche il Ponte de Dom Luis I, una delle iconiche opere architettoniche cittadine.

Ma sono tante le città da scoprire, a cominciare da Vila Real, cittadina su un promontorio circondata dalla Serra do Alvão e dalla Serra do Marão a ovest, mentre dalla Serra de Montemuro, a sud, quindi meta ideale per partecipare ad escursioni a stretto contatto con la natura. Vanta invece incantevoli palazzi nobiliari, chiese, conventi e fontane, Viana do Castelo, mentre Braga, una delle città più antiche del Portogallo, custodisce il complesso di Bom Jesus, recentemente dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

Il Nord non è solo cultura e tradizione. A Porto ci si può infatti anche rilassare sulla spiaggia di Foz, punto di incontro per giovani surfisti. Si dipana in una delle zone nobili della città e comprende l’area formata dalle spiagge di Ourigo, Ingleses e Luz, dove la sera ci si ferma nei bar e sulle terrazze panoramiche. Si visita in auto, in treno, in biciletta o persino in elicottero, la Valle del Douro, dove il paesaggio è stato definito Patrimonio Mondiale. Costellato da vigneti, paesini e villaggi tipici, il percorso inizia a Vila Nova de Gaia, con una visita alle cantine dove invecchia il Porto e termina a Miranda do Douro, dove si entra in territorio lusitano.

E poi c’è il Cammino di Santiago. Non tutti sanno che del famoso percorso che dal confine con la Francia attraversa tutta la Spagna fino a Santiago de Compostela, esiste un itinerario alternativo e meno battuto: il Cammino Portoghese, ideale per chi cerca serenità e vuole scoprire il fascino dell’antico pellegrinaggio. Si parte da Lisbona e si segue tutta la costa portoghese, attraversando il Nord del paese e passando per Coimbra, Tomar e Porto, fino a Compostela.

Scopri qui tutte le Destinazioni