×

CATEGORIE

Italia Travel Awards

Destinazioni
Estero Italia
Partire
App & Hi-Tech Arte e Cultura Benessere Esperienze di Viaggio Eventi Mangiare in Viaggio Novità Promozioni e Concorsi Shopping Turismo sostenibile Vacanze per Famiglie Viaggi accessibili Viaggi al femminile Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Viaggi Curiosi
Buona fortuna Miti e leggende Sai perché Stranezze dal mondo
Partire | Eventi

A Parma con gusto!


di redazione | Aug 25, 2019

Si rinnova a settembre l’appuntamento con il Festival del Prosciutto e Finestre Aperte



Tra i primi ad apprezzarne la dolcezza si annovera Napoleone Bonaparte che, quando assaggiò per la prima volta il Prosciutto di Parma esclamò: “Come mai è così buono?” e volle sapere tutto, ma proprio tutto, sul prelibato prodotto, per poi concedere ai parmigiani il diritto di esportarlo, aprendo al futuro DOP le porte del successo internazionale. Più di 200 anni dopo, una visita alle terre del Prosciutto di Parma si riconferma una piacevole e golosa opportunità per scoprire il territorio, visitando le aziende storiche e soprattutto degustando il prelibato prosciutto. 



L’appuntamento è il weekend dal 6 all’8 settembre con il Festival del Prosciutto di Parma a Langhirano: in scena la Cittadella del Prosciutto, con 18 produttori DOP e degustazioni di varie stagionature (da 12 a 36 mesi); le celebrazioni per i 20 anni di ONAS, l’associazione degli assaggiatori di salumi e l’atteso concerto di Edoardo Bennato. 



La stessa data segna l’inizio di Finestre Aperte che, per tutti i weekend del mese, consente di visitare i prosciuttifici artigianali e scoprire tutto sul ciclo di lavorazione, una tradizione tramandata di generazione in generazione, minuziosamente raccontata anche nel Museo del prosciutto di Parma, una miniera di informazioni curiose.



Non è finita qui. A sud della via Emilia, tra il fiume Enza e il torrente Stirone, si concentrano circa 150 prosciuttifici, inclusi quelli del consorzio del DOP, i membri del Club di prodotto Parma City of Gastronomy. A Castrignano sta realizzando un piccolo museo per raccontare i suoi primi 50 anni di attività l’azienda a conduzione familiare Conti. In una piccola frazione di Tizzano Val Parma, Casa Graziano è un esempio virtuoso che racconta il senso dell’attesa paziente e della manualità sapiente legato alla produzione.



A Riano di Langhirano Ruliano è la casa del Crudo Perex Suctum, prodotto di punta dell’azienda: nella sede storica recentemente ristrutturata si possono fare degustazioni e laboratori a tema, anche in lingua inglese. Da segnalare anche La Perla, salumificio di Langhirano che produce e stagiona il crudo, ma anche tanti altri prodotti, da assaporare e apprezzare con visite guidate, tour su prenotazione e degustazioni. Sempre a Langhirano troviamo la ditta a conduzione familiare Cav. Ilari Alberto, che oltre al Prosciutto di Parma produce varie altre specialità.



Terminate le visite, vale la pena esplorare tutto il territorio, unico per storia, cultura, paesaggi, con una navetta Tasty Bus, oppure approfittando di un tour organizzato come l'Highlander di Food Valley Travel & Leisure, facendo una tappa al Castello di Torrechiara, che si staglia come un’apparizione fiabesca tra colline e vigneti, che custodisce al suo interno la Camera d’Oro, completamente affrescata e all’affascinante anche la Badia di Santa Maria della Neve, con i suoi tratti rinascimentali. 

Per informazioni: www.parmacityofgastronomy.it
 

Scopri qui tutti gli Eventi