×

CATEGORIE

Arte, Cultura e Curiosità
Buona fortuna Dal film al viaggio Dal libro al viaggio Dal quadro al viaggio Miti e leggende New look Sai perché Stranezze dal mondo Street tour Viaggi da star
Destinazioni

Digital
App & Startup Nuove tecnologie
Italia Travel Awards

Mangiare nel mondo

Partire
Benessere Bimbi a Bordo Borghi d'Italia Esperienze Girl Power Viaggi accessibili Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Shopping
Idee regalo In valigia
Think natural
Ricette di bellezza dal mondo Turismo sostenibile
What's new
Concorsi Eventi Opening Promozioni
Mangiare nel mondo

Ritorna Care’s-The ethical Chef Day

di Redazione | Feb 06, 2020

L’evento in quota ideato da Norbert Niederkofler e Paolo Ferretti è in programma dal 26 al 29 marzo

Sostenibilità, etica, territorio. Ma anche estetica, tecnologia e multidiscipplinarietà in cucina. Si rinnova con un ricco programma di eventi e un ambizioso ventaglio di tematiche l’edizione 2020 di Care’s-The ethical Chef Days, l’evento studiato da Norbert Niederkofler e Paolo Ferretti, con la partenrship di Audi, per sensibilizzare chef e consumatori alle buone pratiche, perché i fatti sono più efficaci delle parole e le azioni lo so più delle intenzioni. E CARE’s after CARE’s – Re-actions speak louder than words è proprio il titolo del nuovo appuntamento, atteso dal 26 al 29 marzo a Plan de Corones, in Alto Adige, tra le Alpi e le Dolomiti patrimonio UNESCO, che vuole riconfermarsi come l’evento di cucina e cultura etica più innovativo e significativo in Italia.

In programma, pranzi, cene, workshop e il tradizionale CARE’s Talk: protagonisti una ventina gli chef provenienti da tutto il mondo che si riuniranno in Val Pusteria per mettere a confronto le proprie pratiche etiche in cucina e come queste sono riuscite a integrarsi e a favorire lo sviluppo del territorio nel quale gli chef lavorano. Ad affiancare Norbert Niederkofler, fuoriclasse come Dominique Crenn, unica donna chef in America ad avere raggiunto le tre stelle Michelin, e di Jorge Vallejo, patron del Quintonil, numero 24 nei World’s 50 Best Restaurants 2019. E ancora, Nick Bril, chef dello scenografico The Jane di Anversa; il belga Cristophe Hardiquest; il coreano Hawan Jung, oggi nelle cucine del Four Seasons Hotel Lion Palace di San Pietroburgo e il maître pâtissier Ernst Knam.

Scopri qui tutte le notizie di Mangiare nel mondo