×

CATEGORIE

Italia Travel Awards

Destinazioni
Estero Italia
Partire
App & Hi-Tech Arte e Cultura Benessere Esperienze di Viaggio Eventi Mangiare in Viaggio Novità Promozioni e Concorsi Shopping Turismo sostenibile Vacanze per Famiglie Viaggi accessibili Viaggi al femminile Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Viaggi Curiosi
Buona fortuna Miti e leggende Sai perché Stranezze dal mondo
Partire | Esperienze di Viaggio

Undertourism, il viaggiare ‘alternativo’

di Redazione | Mar 12, 2020

Lontano dal turismo di massa, alla ricerca di mete meno batture e conosciute, per sorprendersi ed emozionarsi, godere appieno della bellezza dei luoghi

È il contrario dell’overtourism, ossia il sovraffollamento turistico. E promuove destinazioni meno frequentate, ma di certo non meno affascinanti o attrattive. Si chiama undertourism, uno stile di viaggio che guarda oltre le mete più amate dal turismo tradizionale, come Venezia e New York, per intenderci, dove probabilmente il numero dei turisti in certi periodi dell’anno supera quello degli abitanti, per approdare a nuovi porti, raggiungere nuovi mondi.

Un’idea da tenere in considerazione soprattutto se siete viaggiatori e non turisti, se avete già girato il mondo, ma ancora sentite dentro di voi la motivazione e lo stimolo a viaggiare e d esplorare. Se volete scoprire il mondo con occhi nuovi, più attenti e consapevoli, scommettendo su luoghi finora considerati a torto meno attraenti o ancora non facilmente raggiungibili e organizzati ad accogliere visitatori. Ma non è detto. Alcuni anni fa, per esempio, Oslo, capitale e più grande città della Norvegia, aveva lanciato una campagna per invitare i turisti a visitare i luoghi più remoti della Norvegia. Senza dimenticare che l’undertourism diventa anche una scusa per viaggiare risparmiando, per muoversi con ritmi propri in periodi meno affollati.

Dove andare? Alle Vesterålen, per esempio, isole norvegesi meno affollate delle Lofoten. E ancora, nel parco di Velebit, in Croazia, non lontano dal più famoso parco di Plitvice, che è comunque molto bello dal punto di vista naturalistico, riserva della biosfera, e costa molto meno. E poi c’è la Grecia meno nota, quella delle isolette più remote e meno glam di Santorini o Mykonos, nelle Cicladi, come Astypalea, nell’estrema parte sud-orientale dell’arcipelago del Dodecanneso.

Scopri qui tutte le Esperienze di viaggio