×

CATEGORIE

Italia Travel Awards

Destinazioni
Estero Italia
Partire
App & Hi-Tech Arte e Cultura Benessere Esperienze di Viaggio Eventi Mangiare in Viaggio Novità Promozioni e Concorsi Shopping Turismo sostenibile Vacanze per Famiglie Viaggi accessibili Viaggi al femminile Viaggi di lusso Viaggi di stagione Viaggi low cost Weekend
Viaggi Curiosi
Buona fortuna Miti e leggende Sai perché Stranezze dal mondo
Partire | Mangiare in Viaggio

Sulla Ruta del Pisco, l'aroma del Perù

di Redazione | Apr 20, 2020

Puro, Acholado o Mosto Verde, tutto il sapore della bevanda nazionale peruviana

La bevanda nazionale del Perù è il Pisco (in foto - ph: © Manchamanteles / PROMPERÙ). Un distillato insignito di denominazione di origine, rinomati premi e riconoscimenti. L’aroma del Pisco è il profumo stesso del Perù, orgoglio peruviano in ogni sorso. L’origine di questa bevanda risale dalla provincia di cui porta lo stesso nome, sulle coste dell’Oceano Pacifico, a sud della capitale. Il suo processo di elaborazione conserva la tradizione dei primi produttori di questo distillato, la cui origine risale alla fine del XVI secolo.

Non si conosce con esattezza il momento in cui si è iniziato a utilizzare in nome Pisco, ma esistono dei documenti che impiegano tale termine per riferirsi alle prime produzioni a fine del XVI secolo. Per la produzione, si utilizza esclusivamente mosto fresco, conservandone la purezza. La varietà del Pisco costituisce un’altra delle sue caratteristiche, la cui magia deriva dall’aroma di 8 tipi di uva. Queste permettono di classificare il distillato peruviano in tre gruppi: Puro, elaborato con il raccolto di un solo vitigno; Acholado, risultato dell’unione di due o più tipi di uve; e Mosto Verde, prodotto con uve i cui mosti non hanno completato il processo di fermentazione. Oltre alla provincia di Pisco, il distillato è prodotto anche nelle valli di Lima, Ica, Arequipa, Moquega e Tacna, creando un affascinante percorso chiamato Ruta del Pisco.

Scopri qui tutte le notizie di Mangiare del Mondo